Autostima: favorirne la costruzione e mantenerla

aiuto come si fa AUTOSTIMAL’autostima e, dunque, la sicurezza e la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità e possibilità, non è qualcosa di innato.

L’autostima, al pari di ogni altra capacità che si riverbera nel nostro essere persona in relazione a sé, gli altri e il mondo, si acquisisce col tempo, l’esperienza e i rapporti affettivi con le figure importanti della propria vita: mamma e papà.

Successivamente, si inseriranno in tale quadro altre figure importanti: insegnanti, allenatori, zii, fratelli/sorelle e via dicendo.

Proprio in virtù del fatto che tale caratteristiche si costruisce è importante il nostro modo di essere, agire e saper essere con i nostri bambini.

Il nostro modo di porci e relazionarci a loro farà la differenza e influirà su ciò che il bambino penserà di se stesso.

Come porci, allora, nei loro confronti per iniziare fin da subito a costruire un’autostima che goda di buona salute?

Incoraggiare il bambino a sperimentarsi e a fare: è normale che il bambino possa sentirsi intimorito rispetto ad attività od azioni del tutto nuove e, per tale ragione, proponiamo esperienze adatte alla sua età e capacità. Le esperienze che proponiamo devono essere legate al gioco, divertenti, appassionanti e, dunque, interessanti. Se il bambino commette degli errori, permettiamogli di riprovare rimandando il messaggio che, se si sbaglia, non accade nulla di grave.

Ma entriamo più in dettaglio:

  1. Siamo i loro modelli: ricordiamolo e facciamo che impari a ritentare se commette qualche errore, senza aspettative negative su di sé e le proprie possibilità.
  2. Facciamo attenzione al modo in cui ci rivolgiamo a lui e alle parole che usiamo: è molto sensibile alle nostre opinioni.
  3. Lodiamoil bambino per il risultato raggiunto e, soprattutto, per l’impegno utilizzato.
  4. Siamo realistici: spesso il bambino non è in grado di stare sulle proprie possibilità e capacità. Fantastica e crede di avere dei super poteri che gli consentono tutto. A noi il compito di stare con i dati di realtà usando tutta la delicatezza possibile. Correggiamo, dunque, le false e fantasiose certezze che può avere e che, spesso, arrivano anche da messaggi percepiti in modo errato. È importante che abbia la giusta idea di sé perché, godere di buona autostima, significa conoscere ed accettare le proprie capacità ed i propri limiti.
  5. Coinvolgiamolo in esperienze che richiedano cooperazione invece di competizione: lavorare e fare insieme per uno scopo comune, dà maggiore piacere e permette di raggiungere risultati più facilmente. Inoltre il bambino potrà confrontare se stesso agli altri e cogliere che ognuno ha risorse e carenze e che, insieme, tanto si può fare.
  6. Diamo obiettivi realistici al fine di evitare che si scoraggi scandendo una meta impegnativa in tappe: è importante raggiungere l’obiettivo; come lo si fa e in quanto tempo non è fondamentale.
  7. Cristallizziamo i successi, festeggiandolo per quelli che richiedono maggiore impegno. Avrà, così, dei ricordi ai quali attingere nei momenti di sconforto.
  8. La critica non è, di per sé, negativa se usata per comprendere l’errore fatto e trovare strategie alternative. Usiamola, allora, in modo costruttivo.
  9. Credere in lui è molto importante. Inviando il messaggio: “Ho fiducia in te e so che ce la farai”, lo aiuta ad aver fiducia e ad affrontare con maggiore forza e convinzione, anche situazioni nuove.
  10. Sosteniamolo nei momenti di sconforto: diciamogli che capiamo come si sente e esploriamo insieme quanto accaduto per capire l’errore, evitando di caderci di nuovo.
  11. Puntare e fare leva sulle sue peculiarità e da quelle partire per sperimentarsi, trovando e utilizzando strategie alternative a quelle canoniche e più note.
  12. Mostriamoci soddisfatti per il suo impegno, invece che delusi di un risultato mancato.

 

d.ssa DGhisu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...